Come è morta Jayne Valseca?

Credito immagine: Notizie NBC

Jayne Valseca sembrava avere tutto ciò che desiderava: un marito amorevole, una bella famiglia e una vita tranquilla in una piccola città. Tuttavia, nel giugno 2007, la sua vita è cambiata per sempre dopo che suo marito, Eduardo Valseca, viene rapito. Notizie NBC' ' Dateline: The Ranch racconta tutto ciò che Jayne ha passato per riportare Eduardo a casa sano e salvo mentre si prendeva cura dei suoi figli e negoziava con i rapitori. Quindi, se sei curioso di sapere cosa è successo a Jayne, ti abbiamo coperto.

Chi era Jayne Valseca?

Nata il 5 settembre 1966, Jayne Valseca (nata Rager) è cresciuta a Silver Spring nel Maryland, vicino a Washington DC. Dopo il liceo, ha frequentato l'Università del Maryland prima di dedicare la sua attenzione alla recitazione. Mentre seguiva la sua passione, Jayne ha trascorso del tempo a New York e Los Angeles, in California. Ha avuto un certo successo, apparendo in diversi spot pubblicitari e ottenendo ruoli minori in soap opera e film, come 'Loving' e 'Stella'. Jayne ha incontrato Eduardo nel 1992 nel parcheggio di un supermercato nel Maryland.

Credito immagine: Fox News Insider/YouTube

A quel tempo, Jayne lavorava nel settore immobiliare mentre Eduardo era un mercante d'arte e investitore. Cominciarono a frequentarsi e presto si innamorarono. Dopo essersi sposati il ​​9 luglio 1994, Eduardo e Jayne si trasferirono al ranch di San Miguel de Allende. La coppia ha poi accolto tre figli: Fernando, Emiliano e Nayah. Jayne si è impegnata per avviare una fattoria di cactus e ha anche fondato una scuola Waldorf insieme a suo marito; era dove studiavano i loro figli.



La mattina del 13 giugno 2007, Eduardo e Jayne hanno accompagnato i bambini a scuola. Mentre uscivano dal parcheggio, Jayne ha notato un'auto che li seguiva e in pochissimo tempo è apparso un camioncino. Queste due macchine li hanno inscatolati e uomini in maschera aggredito la coppia, prima Eduardo e poi Jayne. Hanno caricato la coppia su un SUV e hanno iniziato ad allontanarsi. Qualche tempo dopo, Jayne si rese conto che Eduardo veniva portato via su un'altra macchina. Mentre le loro teste erano coperte da federe, ha intravisto la targa del veicolo che partiva con suo marito.

A questo punto Jayne è rimasta sola, ancora legata. Un uomo più anziano l'ha aiutata, ma nessun altro ha fermato il loro veicolo. Quindi, Jayne ha detto di essere saltata davanti a un autobus, nel disperato tentativo di chiamare le autorità. Poiché nessuno sull'autobus aveva un telefono, ha chiesto aiuto a un taxi per informare la polizia. Jayne in seguito ha trovato una nota dei rapitori vicino all'auto in cui era stata lasciata. Le chiedeva di utilizzare un ID e-mail per le comunicazioni in arrivo e di attendere ulteriori istruzioni.

Dopo circa cinque giorni di attesa, ha ricevuto un'e-mail che le diceva di comunicare solo attraverso annunci su un giornale e le chiedeva 8 milioni di dollari di riscatto per la libertà di Eduardo. Ma Jayne sapeva di non avere niente vicino a così tanti soldi. Inizialmente, i rapitori non si sono arresi quando ha parlato loro della sua situazione finanziaria. Le hanno mandato le foto di Eduardo e le lettere scritte da lui. Alcuni addirittura accusato lei di lasciarlo morire, ma Jayne credeva che suo marito fosse costretto a scriverle.

Jayne ha venduto alcune delle loro proprietà, animali e macchinari, ma ha potuto raccogliere solo $ 20.000. A circa tre mesi dall'inizio del calvario, le autorità le dissero che il gruppo che aveva rapito Eduardo era noto per trattenere le vittime per molto tempo. Ha quindi deciso di riportare una parvenza di normalità nella sua vita seguendo una routine e facendo le cose a cui era abituata prima del rapimento. Jayne ha mangiato a malapena durante i primi giorni dopo il rapimento, sopravvivendo con tè, succo d'arancia e brodo di pollo.

Alla fine, Jayne ha ricevuto dei soldi ingenti da due persone che hanno chiesto solo l'anonimato. I rapitori hanno raggiunto un accordo segnalato essere stato inferiore a $ 1 milione. Dopo aver seguito tutte le istruzioni per la consegna dei soldi, Eduardo è tornato a casa a fine gennaio 2008, più di sette mesi dopo il rapimento. La prima cosa che ha chiesto sono state le frittelle di banana speciali di Jayne.

Come è morta Jayne Valseca?

Mentre i rapitori avevano portato uno degli uomini che avevano portato i soldi al luogo di consegna, è stato rilasciato un paio di mesi dopo senza alcun riscatto. La famiglia alla fine si trasferì in periferia nel Maryland. Più tardi, Jayne ha rivelato che durante il calvario del rapimento, aveva affrontato una crisi tutta sua; era in remissione dal cancro al seno infiammatorio di stadio 4. Purtroppo, solo due settimane dopo che Eduardo è tornato a casa, Jayne ha appreso che il cancro era tornato e questa volta era terminale.

Credito immagine: Notizie NBC

Con il supporto dei suoi cari, Jayne ha affrontato le sue cure e ha persino sostenuto le vittime di rapimenti in Messico apparendo in TV e protestando davanti alla Casa Bianca. Ha anche co-scritto un libro sulle sue esperienze. Ma Jayne è morta il 3 maggio 2012 nella sua casa di Potomac, nel Maryland, a causa di complicazioni dovute al cancro al seno. All'epoca aveva 45 anni. All'epoca, Eduardo creduto che il cancro si è aggravato perché è stata stressata durante il rapimento.

Alcuni post possono contenere link di affiliazione. cm-ob.pt partecipa all'Amazon Services LLC Associates Program, un programma pubblicitario di affiliazione progettato per fornire ai siti un mezzo per guadagnare commissioni pubblicitarie pubblicizzando e collegandosi ad Amazon(.com, .co.uk, .ca ecc.).

Copyright © Tutti I Diritti Riservati | cm-ob.pt