È Merlí di Netflix. Sapere Aude basato su una storia vera?

Creato da Héctor Lozano, 'Merlí di Netflix. Sapere Aude' è a spagnolo serie drammatica per adolescenti che segue uno studente di nome Pol Rubio. Appena entrato all'università, spera di seguire le orme del suo insegnante Merlí, che ha idolatrato durante il liceo. Il tempo trascorso da Pol come studente di filosofia lo porta attraverso un viaggio alla scoperta di sé e delle realizzazioni, e scopre di più su se stesso e sul mondo che lo circonda.

Caratterizzata da un cast stellare, la serie presenta varie questioni sociali e culturali utilizzando una trama avvincente. Gli argomenti affrontati hanno un impatto significativo sulla vita reale e la storia di Pol sembra risuonare con molti tra il pubblico. Questo fa riflettere sulle origini dello spettacolo e se attinge da eventi reali. Se anche tu sei curioso della stessa cosa, ecco tutto quello che possiamo dirti.

è Merli. Sapere Aude una storia vera?

No, 'Merli. Sapere Aude' non si basa su una storia vera. La serie è uno spin-off e un sequel della serie TV spagnola dei creatori Héctor Lozano e Eduard Cortés 'Merlí', che segue un insegnante di filosofia di nome Merlí Bergeron che ha un figlio di nome Bruno con la sua ex moglie. Poco dopo che Bruno inizia a vivere con Merlí, viene assunto come insegnante al Liceo Àngel Guimerà. Utilizzando metodi non convenzionali, l'insegnante cerca di impartire concetti filosofici ai suoi studenti e li aiuta ad ampliare il loro modo di pensare.

Merlino

La serie originale presenta diversi studenti con problemi diversi e, man mano che lo spettacolo procede, formano un attaccamento al loro insegnante di filosofia, che è sempre disposto a sostenerli nei loro sforzi e funge da sistema di supporto. Uno di questi studenti è Pol Rubio, popolare nella scuola ma che ripete più corsi a causa della sua travagliata atmosfera familiare. Tuttavia, man mano che si avvicina a Merlí, inizia lentamente a migliorare nella vita.

'Merli. Sapere Aude' racconta la storia di Pol in modo più dettagliato mentre inizia ad andare al college e cerca di seguire la strada dell'uomo che ammira così tanto e che lo ha aiutato a diventare una persona migliore. Il sequel esplora diverse questioni che circondano il giovane studente, molte delle quali sono state discusse nello spettacolo originale. Argomenti come la sessualità di Pol sono presentati in modo più elaborato, in particolare il modo in cui viene a patti con la sua identità.

Pol e i suoi dilemmi risuoneranno sicuramente con molti che stanno attraversando o hanno vissuto qualcosa di simile. Inoltre, la serie esplora diversi argomenti filosofici come la serie originale. L'iconico film ' La società dei poeti morti ' secondo quanto riferito ha ispirato 'Merlí', motivando gli showmaker a portare concetti filosofici al grande pubblico. 'Merli. Sapere Aude' sembra non solo basarsi su una premessa simile, ma lo fa dal punto di vista di uno studente universitario.

'In 'Sapere Aude', provo concetti o idee filosofiche, in particolare sull'etica, e cito diversi filosofi sugli stessi problemi. Volevo approfondire e approfondire anche altri argomenti: logica e metafisica, per esempio. Seguiamo le difficoltà che il protagonista ha nel comprendere la logica proposizionale, una disciplina più complicata della filosofia”, ha condiviso Héctor Lozano con Varietà mentre si parla della differenza di presentazione tra lo spettacolo originale e lo spinoff.

Parlando di come ha gestito la continuazione di un personaggio già affermato, Lozano ha spiegato di non sentirsi vincolato come si potrebbe pensare. “Il futuro che conosciamo di Pol è sette anni dopo. In tutto questo tempo possono succedere molte cose. Non ero affatto vincolato. Pol avrebbe potuto innamorarsi di altre otto persone e viaggiare per il mondo prima di ritrovare Bruno', ha spiegato.

Il creatore ha aggiunto: 'Lo spettatore è invitato a seguire la vita di Pol e a separarsi dalla serie precedente. Questa è una nuova serie, non è la stagione 4 di 'Merlí'. È 'Sapere Aude'. Ha lo stile di 'Merlí', ma ora il suo protagonista è Pol Rubio, ed è dal punto di vista dello studente. E Carlos Cuevas è fantastico. Lo adoro!' Nella serie Netflix, gli spettatori vengono presentati al nuovo mentore di Pol, María Bolaño (María Pujalte), che ha la sua parte di parallelismi e differenze rispetto a Merlí Bergeron.

“Pensavo che María potesse essere la nuova importante insegnante per il Pol. Sarà il suo mentore, ma da un punto di vista molto diverso da Merlí. Il rapporto non è paternalistico, è più distante e più maturo ma necessario per entrambi. María Pujalte è splendida per il personaggio', ha confessato Lozano. Basti dire che, nonostante sia una storia di fantasia, 'Merlí. Sapere Aude' sembra avere diversi elementi realistici.

Il dolore che Pol prova dopo aver perso il suo primo mentore è qualcosa a cui molte persone potrebbero identificarsi. Allo stesso modo, il suo viaggio alla scoperta di sé e l'atteggiamento di difendere ciò che crede sia giusto sembrano ispirati dalla vita quotidiana. In breve, la serie potrebbe non essere basata su una storia vera, anche se ciò non significa che la storia manchi di influenze della vita reale.

Copyright © Tutti I Diritti Riservati | cm-ob.pt