Shogun: Lady Mariko è basata su una persona reale?

In Hulu' Shogun ', il pubblico viene trasportato in un periodo instabile della storia giapponese in cui il palcoscenico politico è pronto per un conflitto, che peggiora dopo l'arrivo di un marinaio inglese. Lo scontro tra culture diverse apre nuove porte che offrono opportunità ma anche pericoli, e solo chi conosce le lingue dei diversi popoli può creare un ponte per rendere le cose più facili. Lady Mariko Toda inizia come quella persona, ma presto si evolve in qualcosa di molto più grande. Con i parallelismi che 'Shogun' ha con le persone e gli eventi della vita reale, si diventa curiosi riguardo alla vera donna che ha ispirato il personaggio di Mariko. SPOILER AVANTI

Lady Mariko è ispirata a una vera nobildonna giapponese

Il personaggio di Lady Mariko Toda in 'Shogun' è basato su Hosokawa Garasha/Garcia, che apparteneva a una famiglia aristocratica durante il periodo Sengoku. Il suo nome era Akechi Tama, ma è meglio conosciuta come Garcia, che è il nome che ha ricevuto durante il suo battesimo cattolico.

Il retroscena di Mariko in 'Shogun' è tratto dalla storia di Garcia, che era sposata con un samurai di nome Hosokawa Tadaoki quando aveva sedici anni. Suo padre, Akechi Mitsuhide, era noto per il tradimento del suo daimyō, Oda Nobunaga, che trasformò Garcia in un emarginato. A causa delle azioni di suo padre, fu mandata a vivere da sola in un piccolo villaggio, ma alla fine fu riportata a Osaka. Fu attraverso la sua cameriera che Garcia venne introdotta al cattolicesimo. A quel tempo, la conversione al cristianesimo non era esattamente popolare nel regno ed era addirittura definita punibile da Toyotomi Hideyoshi. Nonostante ciò, Garcia ricevette il battesimo, anche se in segreto, e si convertì alla fede cattolica.

Proprio come Mariko in 'Shogun', Garcia parlava correntemente portoghese e latino. Tuttavia, a differenza dello spettacolo, i suoi servizi non furono impiegati dal futuro shogun Tokugawa Ieyasu (l'ispirazione per Signore Yoshii Toranaga ), e non ha mai incrociato la strada con William Adams, che funge da ispirazione per il personaggio di John Blackthorne nella serie. In effetti, a parte il retroscena di Garcia, quasi tutto ciò che riguarda Mariko è interamente immaginario. Non ha mai lasciato Osaka ed è morta prima che potesse avere la possibilità di incrociare la strada con Adams.

Come è morto Hosokawa Garcia?

Hosokawa Garcia morì nel 1600 all'età di 37 anni. Anche se potrebbe non essere stata direttamente coinvolta con Ieyasu come suo traduttore, la sua morte ha avuto un impatto sul modo in cui le cose alla fine sono andate per lui. Il vuoto di potere conseguente alla morte di Hideyoshi creò un ambiente molto difficile a Osaka. Ieyasu e Ishida Mitsunari (che è l'ispirazione per Ishido Kazunari ) erano i più potenti di tutti i reggenti. La rivalità tra loro ha portato a molti conflitti nella regione.

Durante l’assenza di Ieyasu da Osaka, Ishido attaccò il castello che ospitava le famiglie dei generali del re. Voleva usarli come leva per portare i generali dalla sua parte e aiutarlo a vincere la strada che lo avrebbe reso il sovrano del paese. Tuttavia, quando le famiglie si sono sentite minacciate, hanno deciso di suicidarsi. Garcia non poteva farlo perché il suicidio era considerato un peccato nella sua religione. Tuttavia, secondo alcuni resoconti, chiese al suo servo di ucciderla.

Secondo altre versioni della storia, sarebbe stato il marito ad ordinare ai servi di ucciderla se fosse in gioco il suo onore. Anche se Ishido non uccise Garcia in persona, la sua morte causò un'ondata nella comunità cattolica, che era sua alleata, e in seguito divenne uno dei motivi per cui gli tolsero il sostegno, portando alla vittoria di Ieyasu nella guerra imminente. A causa della sua morte prematura, Garcia non ha avuto un ruolo più importante nella storia. Tuttavia, in 'Shogun', la sua storia viene ampliata e viene messa in una posizione che le conferisce più potere di quello che appare in superficie.

Copyright © Tutti I Diritti Riservati | cm-ob.pt