Perché la quarta stagione di The Seven Deadly Sins è stata censurata?

La prima stagione di 'The Seven Deadly Sins' è stata presentata per la prima volta nel 2014 e in breve tempo è stata classificata tra le migliori scarpe moderne del nostro tempo. Non solo, l'anime è stato anche un importante punto di svolta A-1 Immagini —Uno studio precedentemente noto per aver distrutto materiale manga e creato orrendi originali di anime che avevano materiale sorgente ben sviluppato. Ma con 'The Seven Deadly Sins', lo studio è andato ben oltre le aspettative di tutti e ha portato sul tavolo alcune idee incredibili. E sebbene con ogni nuova stagione le valutazioni complessive di 'The Seven Deadly Sins' siano diminuite, l'approccio di A-1 Pictures con lo stile di animazione non è mai stato messo in discussione. Per non parlare del fatto che lo studio apparentemente aveva più libertà con i suoi contenuti e non ha mai censurato nulla. Per questo motivo, le scene di battaglia di 'I sette peccati capitali' erano sempre supportate da abbastanza sangue e spargimento di sangue da farle sembrare reali e, ovviamente, divertenti.

Ma poi l'anime è stato trasmesso allo Studio Deen per la quarta stagione, intitolato 'The Seven Deadly Sins: Wrath of the Gods', e il risultato ha lasciato i fan estremamente delusi. La stagione 4 ha subito un improvviso calo non solo nel suo stile di animazione ma anche nella sua qualità. Inoltre, Studio Deen ha censurato l'anime in modo tale che, durante le scene di combattimento, i personaggi impalati sanguinassero una luce bianca brillante invece del sangue rosso. In aggiunta a questo, nella stagione 4, i personaggi hanno anche una strana macchia nera sui loro corpi anche durante scene che sono solo leggermente violente. Molti speravano che la versione Netflix dell'anime non avrebbe avuto nessuna di queste censure, ma con loro sgomento, nulla è cambiato. E quindi, per questo motivo, non si può fare a meno di chiedersi perché Studio Deen abbia macellato una serie di anime così incredibile.

Perché la quarta stagione di The Seven Deadly Sins è stata censurata?

Molti credono che il motivo principale per cui 'The Seven Deadly Sins: Wrath of the Gods' sia così spietatamente censurato sia che è stato trasmesso su TV Tokyo quando è stato trasmesso per la prima volta dal 9 ottobre 2019 al 25 marzo 2020. Anche se gli spettacoli di anime sono spesso censurati per le uscite televisive, alcuni canali di trasmissione hanno regole più severe rispetto alla maggior parte delle altre trasmissioni. A causa di ciò, molti fan della serie sospettano che il coinvolgimento di un nuovo canale di trasmissione abbia portato alla sua censura.

Un altro possibile motivo potrebbe essere un cambiamento nei tempi di trasmissione. Gli anime con contenuti per adulti o gore significativo vengono solitamente trasmessi durante le ore più buie della giornata. Quindi potrebbe essere possibile che la quarta stagione non abbia ricevuto fasce orarie rilevanti per il suo contenuto, ed è per questo che i suoi creatori sono stati costretti a censurarne il contenuto. Bene, indipendentemente da quali possano essere le ragioni alla base della censura, Studio Deen ha fatto alcune strane scelte di animazione sostituendo il sangue con macchie scure o luci bianche lucide. La censura si attenua un po 'nella seconda metà della stagione, ma non è ancora sufficiente per sopperire al contraccolpo che ha ricevuto per gli episodi iniziali. Sfortunatamente, anche la versione Netflix ha gli stessi problemi di fondo ei fan della serie dovranno distrarsi da questa censura concentrandosi sui suoi aspetti migliori.

Copyright © Tutti I Diritti Riservati | cm-ob.pt